Bitcoin vs. Ethereum vs. Dogecoin: le migliori criptovalute a confronto

Mentre le criptovalute hanno tipicamente alcune cose in comune, quali sono le differenze tra queste tre criptovalute popolari? Un bel po' in realtà, ed ecco alcune delle maggiori distinzioni.

Ultimo aggiornamento il 9 agosto 2022 e ultima revisione da parte di un esperto il 9 febbraio 2022.

Le criptovalute sono andate a gonfie vele perché la spesa del governo e un’economia in ripresa spingono il denaro nel sistema finanziario. Questo ha contribuito ad aumentare le valute digitali popolari, tra cui Bitcoin, Ethereum e (forse sorprendentemente) Dogecoin. Ma la mossa è anche alimentata dalla crescente speculazione che le criptovalute sono l’onda “da prendere al volo” del futuro.

Mentre le criptovalute hanno tipicamente alcune cose in comune, quali sono le differenze tra queste tre criptovalute popolari? Un bel po’ in realtà, ed ecco alcune delle maggiori distinzioni.

Cosa hanno in comune le criptovalute

Le criptovalute sono costruite utilizzando la cosiddetta tecnologia blockchain, che utilizza un libro mastro distribuito per produrre, tracciare e gestire una valuta digitale. Pensala come una ricevuta digitale in corso di tutte le transazioni nella valuta, compresa una lista di chi possiede quale valuta e quanto.

The World's most trusted place to buy and sell cryptocurrency Coinbase screenshot of crypto portfolio Get $10 in free Bitcoin for singing up. Sign up and get $10

Questa “ricevuta” viene costantemente verificata da una rete decentralizzata di computer, aiutando a prevenire le frodi e garantendo il corretto funzionamento e la contabilità della moneta.

La criptovaluta è “minata” da potenti computer chiamati minatori che eseguono complessi calcoli matematici per creare monete. Guadagnano anche monete elaborando le transazioni della valuta.

Esistono migliaia di criptovalute e letteralmente qualsiasi numero potrebbe essere creato utilizzando una tecnologia blockchain simile. Le criptovalute permettono all’utente di muovere denaro in modo semi-anonimo, anche se l’FBI e l’IRS stanno migliorando nel tracciare le transazioni e nel congelare i conti.

Differenze chiave tra tre criptovalute popolari

Le criptovalute possono essere create per molti scopi diversi e ognuna può occupare diverse parti dell’universo delle criptovalute. La tabella qui sotto riassume alcune differenze chiave tra Bitcoin, Ethereum e Dogecoin, ognuno dei quali ha uno scopo distinto e un numero massimo di monete.

Bitcoin

Ethereum

Dogecoin

Valore stimato a dicembre 2021, secondo i dati di CoinMarketCap.

Scopo della criptovaluta

Ognuna di queste tre criptovalute è stata creata per uno scopo diverso. In particolare, Dogecoin era una satira sulla crescente popolarità di Bitcoin e il meme doge con un carismatico Shiba Inu. Nel frattempo, Bitcoin ed Ethereum sono stati creati per scopi più seri, tra cui facilitare le transazioni o agire come riserva di valore.

Capitalizzazione di mercato

La capitalizzazione di mercato di ciascuna consiste nel totale delle monete esistenti moltiplicato per il prezzo di scambio corrente, e c’è un’ampia divergenza. Bitcoin è il più grande, con Ethereum al secondo posto e Dogecoin tra i primi 10, secondo CoinMarketCap. I trader si raggruppano intorno alle criptovalute più popolari e il volume scende significativamente sotto la top 20.

Mentre queste valute possono essere tra le più popolari per i commercianti, Bitcoin è quella che è emersa tra il mainstream. Sta diventando più facile accedere al Bitcoin, con diversi modi per acquistare o conservare la valuta che si appoggiano ad applicazioni esistenti come PayPal o Robinhood. Naturalmente, i trader possono anche rivolgersi alle app popolari per acquistare molte criptovalute.

Emissione di monete

È anche utile notare quante monete possono essere emesse in ogni criptovaluta. Molti commercianti si sono riversati sul Bitcoin a causa del suo limite fisso di emissione, solo 21 milioni. Se il denaro continua ad affluire nel Bitcoin e la domanda aumenta, questo limite fisso assicura virtualmente che il prezzo salirà nel tempo. Mentre questo può essere un bene per i commercianti, la volatilità rende Bitcoin più difficile da usare come valuta.

Al contrario, l’emissione di Ethereum è illimitata, ma ha un programma di emissione fisso, che può rallentare la produzione di nuove monete. Nel frattempo, la produzione di Dogecoin è illimitata, il che fa parte dello scherzo. L’emissione illimitata non sembra aver impedito alla moneta di salire alle stelle nel 2021, passando da circa mezzo penny a moneta il 1 gennaio a più di 0,60 dollari a maggio. Tuttavia, la moneta ha continuato ad avere una tendenza al ribasso nel corso del 2021.

La linea di fondo

Se stai considerando il trading di criptovalute, è importante capire che non sono tutte create uguali. Alcune caratteristiche come l’emissione limitata di Bitcoin possono rendere una valuta più attraente di altre, almeno per un lungo periodo di tempo. Ma nel breve termine le criptovalute sono guidate dal sentimento, quindi anche qualcosa creato per scherzo e con un’emissione illimitata può essere molto forte se un’ondata di interesse si diffonde. “Molto wow”, come potrebbe dire un famoso meme di Doge.

Condividi

Altri post che potrebbero piacerti

Le persone che stanno leggendo “Bitcoin vs. Ethereum vs. Dogecoin”, adorano anche questi articoli:

Sfoglia tutti gli articoli